Dieta del diabete

I diabetici possono mangiare il cachi

Il cachi è un frutto delizioso, dolce e molto salutare. Mangiare con un livello elevato di zucchero nel sangue solleva preoccupazioni, perché la dieta elimina cibi molto dolci con questa malattia. Le controversie sull'inclusione nella dieta dei diabetici di queste bacche carnose sono finora tra i medici e i nutrizionisti. Alcuni ritengono che una maggiore quantità di glucosio in esso sia pericolosa per il paziente e dovrebbe essere vietata. Altri, a causa dei molteplici benefici del feto, considerano giustificato il suo uso di diabetici non insulino-dipendenti, anche se in piccole quantità. Quindi, è possibile o no il cachi nel diabete di tipo 2, vediamo più in dettaglio.

Proprietà utili

Terpkovataya, con una polpa di lana molto succosa, molto dolce al cachi al gusto orientale, è molto utile per il corpo. Contiene una notevole quantità di zuccheri (circa il 25% per 100 g di frutta), oltre a proteine, carotene, fibre, vitamine (C, B1, B2, PP) e importanti oligoelementi (iodio, magnesio, calcio, ferro). Il contenuto calorico di un piccolo cachi in forma fresca varia da 55 a 65 kcal, a seconda della varietà. Pertanto, è considerato un prodotto a basso contenuto calorico, consentito in molte diete per eliminare i problemi di eccesso di peso. I benefici del consumo dei suoi frutti sono particolarmente marcati con problemi del sistema cardiovascolare, ipertensione e anemia.

L'inclusione nella dieta di cachi freschi aiuterà:

  • far fronte all'insonnia;
  • sbarazzarsi degli sbalzi d'umore;
  • migliorare il lavoro del sistema nervoso;
  • aumentare l'appetito;
  • eliminare le infezioni (diversi tipi di E. coli, incluso lo Staphylococcus aureus);
  • normalizza il lavoro del cuore;
  • pulire i vasi;
  • migliorare la funzionalità del fegato e dei reni (la bacca agisce come un diuretico);
  • normalizzare la glicemia;
  • evitare problemi con la tiroide;
  • migliorare la visione;
  • eliminare l'anemia.

Il frutto tagliato viene applicato anche alle ferite, poiché il cachi è in grado di avere un effetto antisettico e curativo.

Tuttavia, in alcuni casi, questa bacca può essere dannosa. Quindi, non è raccomandato mangiare cachi nel periodo dopo recenti interventi chirurgici sull'intestino o sullo stomaco.

I frutti di cachi acerbi contengono molto tannino astringente. Il loro consumo può portare a disturbi gastrici e persino portare all'insorgere di un'ostruzione intestinale acuta, che richiede un intervento chirurgico. Pertanto, anche il cachi non è consigliato a dare ai bambini piccoli.

Cachi - integratore per diabetici

Il cachi può avere un effetto positivo sul corpo umano affetto da diabete. Dopotutto, questa malattia ha un effetto devastante sul lavoro del cuore, sullo stato dei vasi sanguigni, sulla vista e, naturalmente, sul sistema endocrino. Pertanto, è estremamente importante per i diabetici mantenere la loro salute. Il cachi può contribuire alla conservazione degli organi interni in buone condizioni e prevenire gravi anomalie. Tuttavia, non c'è una quantità di zucchero così piccola che, se non controllata, può influenzare un forte aumento della glicemia. Pertanto, è chiaro che la risposta alla domanda se c'è il cachi nel diabete mellito è controverso e specificamente incerto.

La dieta per diabetici si basa sull'indice glicemico (GI) e sul contenuto di zucchero del prodotto. GI di cachi è da 45 a 70 unità a seconda della varietà e della maturazione della bacca. Più il frutto è maturo, più alta sarà questa cifra. A causa di quanto zucchero è in cachi, che è di circa 17 grammi per 100 grammi di frutta fresca, è spesso vietato aggiungere al cibo con diabete mellito.

Nel caso in cui questo frutto sia stato approvato dal medico curante, anche una piccola quantità nella dieta può influire favorevolmente sul corpo affetto da diabete. Vale a dire, cachi aiuterà nel seguente:

  • aiuterà nella lotta contro i raffreddori emergenti dovuti all'azione della vitamina C;
  • cancellerà i vasi di tossine accumulati nel processo di terapia a lungo termine e colesterolo, renderà le navi elastiche (con l'aiuto di pectina);
  • prevenire il verificarsi di infarto, ictus a causa della presenza di vitamine del gruppo B;
  • non consentirà danni alla vista dovuti al beta-carotene;
  • avrà un effetto positivo sui reni, in quanto è un diuretico;
  • prevenire il verificarsi di esaurimenti nervosi e depressione;
  • sostenere il lavoro del fegato e del fegato grazie alla routine;
  • prevenire il verificarsi di anemia con l'aiuto di ferro;
  • contribuirà alla normalizzazione del metabolismo e all'eliminazione del peso in eccesso, poiché la bacca è a basso contenuto calorico.

Si consiglia di utilizzare il cachi con un livello maggiore di zucchero nella dieta gradualmente, in piccole porzioni. Puoi iniziare con 50 grammi, quindi aumentare leggermente il dosaggio, se la condizione non peggiora. Dopo ogni dose, è necessario misurare il livello di glucosio per assicurarsi che il cachi aumenti lo zucchero nel sangue. In assenza di forti salti nel livello di glucosio, la porzione può essere aumentata a 100 grammi al giorno.

Ma non con qualsiasi tipo di diabete questo bacca dolce è permesso. In caso di diabete mellito di tipo 1, quando una persona ha bisogno di iniezioni costanti di insulina, il suo uso è estremamente sconsigliato. I medici con tale diagnosi propongono di eliminarlo del tutto dalla dieta. Con il diabete non insulino-dipendente, mangiare un frutto del genere è possibile, ma aderendo alle norme. È necessario includere un prodotto in un alimento non superiore a 100 grammi al giorno e non immediatamente, ma in porzioni, dividendo in segmenti.

Il cachi per i diabetici del secondo tipo non è solo permesso, ma anche molto utile. Se usato correttamente, contribuirà all'instaurarsi di carenze di glucosio nel sangue e migliorare la salute di tutto il corpo. Un monitoraggio regolare dello stato dello zucchero non lo aumenterà a livelli pericolosi.

Consigli per l'uso

Come si è scoperto, cachi e il diabete possono essere combinati, nonostante il suo contenuto di zucchero. Per ottenere il massimo beneficio da questa bacca, è meglio usarlo in forma fresca e matura. Ma per un cambiamento nella dieta, sarebbe bello combinarlo con altri prodotti consentiti per i diabetici o per riscaldarlo.

Quindi, cachi al forno è adatto per mangiare. In questa forma, è consentito consumare anche più di 100 g al giorno. Quando cuoce, perde glucosio, mentre lascia i nutrienti.

Puoi anche aggiungere cachi crudi in insalata di verdure o in umido, cuocere con carne, ad esempio con pollo. Tali piatti forniranno un'opportunità per un'alimentazione completa, gustosa e sana in caso di diabete. Una misurazione sistematica del glucosio aiuterà a evitare picchi incontrollati di zucchero nel sangue.

Commento degli esperti

Guarda il video: Glicemia Alta Frutta da Mangiare (Gennaio 2020).

Loading...